Viaggio di Nozze rovinato, agli sposini spetta il risarcimento

risarcimento viaggio di nozze rovinato

Risarcimento del viaggio di nozze organizzato, la quiete (economica) dopo la tempesta

Andare in viaggio di nozze con un caro pacchetto turistico tutto incluso in una località esotica. Ecco, questa prospettiva sembra all’apparenza un bel modo per festeggiare le nozze, il momento più bello della tua vita. Eppure questa occasione può trasformarsi in una vacanza da dimenticare.

E’ successo a tante coppie, ma alcune al ritorno hanno deciso di far valere i propri diritti ed hanno avuto giustizia. Un caso particolare ha riguardato una giovane coppia alla quale è stato riconosciuto, a danno del Tour Operator, un risarcimento danno da viaggio di nozze rovinato di oltre 4.000 euro.

Prima di proseguire, ti invitiamo a rivolgerti all’Associazione Consumatori SosUtentiConsumatori se vuoi richiedere un risarcimento danno danno da vacanza rovinata.

[wpi_designer_button id=6421]

Danno da vacanza rovinata per un viaggio di nozze disastroso: il fatto

Ma facciamo un passo indietro. I due sposini acquistavano un pacchetto “tutto incluso” per un soggiorno alle isole Seychelles per il mese di agosto al prezzo della vacanza complessivo di quasi 10.000 euro.

Ma il viaggio di nozze, nonostante le aspettative, si è in realtà rivelato essere un incubo: la coppia, infatti, ha dovuto cambiare per ben tre volte la stanza assegnata a causa di malfunzionamenti e perdite d’acqua nella struttura alberghiera, assenza o fatiscenza di servizi igienici e biancheria macchiata. E ciò nonostante la giovane coppia avesse per l’occasione richiesto di soggiornare presso una struttura alberghiera a 4 stelle, rivelatasi però una vera e propria “sòla”.

In particolare, gli sfortunati sposini, dopo aver riscontrato che nella prima stanza il blocco del termostato rendeva praticamente impossibile la regolazione dell’impianto di climatizzazione, ha chiesto di esser trasferita in una seconda stanza. Anche in questo caso, tuttavia, la sfiga li attendeva al varco: perdite d’acqua provenienti dal soffitto e fatiscenza della dimora coniugale rendevano la loro permanenza un incubo.

Ci risiamo. Giunti nella terza stanza, i due sposini riscontravano nuovamente perdite d’acqua dovute al condizionatore guasto e, al rientro da un’escursione, non riuscivano ad entrare in stanza perché la chiave magnetica per l’apertura della porta non funzionava. Che avventura!

Il danno da viaggio di nozze rovinato è ammissibile

La richiesta di risarcimento del danno da vacanza rovinata era prevedibile, considerato quanto accaduto.

Inutile il tentativo del Tour Operator di rivendicare la buona riuscita della prima parte della vacanza. La legge, infatti, nel caso di acquisto di viaggi tutto compreso, impone l’assunzione da parte dell’organizzatore di obblighi contrattuali soprattutto di tipo qualitativo e presuppone che la finalità turistica, quindi lo “scopo di piacere”, sia l’obiettivo principale per cui esso viene acquistato dal consumatore. Ed è normale che per rendere realizzabile tale finalità sia necessario che tutti i servizi convergano verso  di essa e che le offerte prospettate siano corrispondenti alla realtà.

Scontato l’esito, dunque: il Giudice  ha riconosciuto alla coppia un rimborso del danno da vacanza rovinata pari alla seconda parte del viaggio non goduto appieno a causa della carenza dei servizi offerti dalla struttura turistica, in considerazione dell’unicità del viaggio e della non piena realizzazione della vacanza come momento di piacere e riposo, e quindi in considerazione anche del danno non patrimoniale da vacanza rovinata.

 

Ci teniamo a sottolineare che il servizio è e rimarrà sempre gratuito, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Contattaci mediante il FORM DEDICATO oppure chiamaci ai seguenti recapiti: numero verde 800.177.569 (solo da rete fissa) oppure 339.37.31.891 (anche da rete mobile).