Acqua, in cinque anni incrementato il costo del 74%, Ferrara: “Occorrono misure urgenti”

AcquaUn aumento pari al 74%. Non è stato di certo leggero l’incremento della spesa media mensile delle famiglie per l’acqua. Il canone medio infatti è passato da 12 euro nel 2008 a oltre 21 euro nel 2013.  A renderlo noto è l’Istat.

Il dato positivo secondo l’istituto nazionale di Statistica è il miglioramento del giudizio delle famiglie sull’erogazione d’acqua nelle loro case: la quota di famiglie che lamentano irregolarità nel servizio è diminuita, passando dal 14,7% nel 2002 all’8,6% nel 2014. A dichiarare di non fidarsi a bere acqua di rubinetto è ancora una percentuale rilevante di famiglie ma in deciso calo: dal 40,1% del 2002 si è passati al 28% nel 2014. La sfiducia è molto elevata in Sardegna (53,4%), Calabria (48,5%), Sicilia (46,2%) e Toscana (38,3%).

Sale il prezzo dell’acqua in casa ma diminuisce il consumo dell’acqua minerale.

La spesa media si attesta nel 2013 a 11,42 euro, il 4,5% in meno del 2012. Si tratta di quasi la metà di quella sostenuta per il servizio di acqua per l’abitazione. In particolare le famiglie che sostengono spese per acqua minerale sono circa il 60% e spendono, in media, 19 euro al mese (spesa media effettiva).

“La contrazione della spesa si legge nella nota “E’ legata principalmente a strategie di contenimento della spesa messe in atto dalle famiglie e ad un’evoluzione dei comportamenti connessi agli effetti della crisi economica. Tuttavia l’acqua, rispetto ad altri prodotti alimentari, viene vissuta dalle persone come un bene primario irrinunciabile e questo spiega perché il calo è risultato comunque inferiore a quello di altre bevande o di altri prodotti alimentari”.

Fra i gruppi di spesa che riguardano il consumo di acqua, nel 2013 la spesa media mensile per servizi di “acqua e condominio” nelle abitazioni si è attestata a 53,44 euro, dopo aver segnato un incremento continuo e molto significativo dal 2001 (complessivamente +96%) e mostrando una forte accelerazione soprattutto negli ultimi cinque anni (+59%).

Se si considerano distintamente le singole voci relative alle “utenze e servizi per l’abitazione”, la spesa mensile effettiva delle famiglie per “acqua per l’abitazione principale” mostra una crescita sostenuta negli ultimi cinque anni fino ad arrivare agli oltre 21 euro del 2013. Le famiglie delle regioni del Centro Italia sostengono inoltre livelli di spesa più alti. Questo accade in ciascun anno del periodo analizzato (2008-2013) con un esborso che nel 2013 è arrivato a 23,20 euro mensili.

Preoccupato il presidente nazionale di Sos utenti consumatori Antonio Ferrara.

“I dati in esame ci mostrano come la crisi economica incida sempre di più sui consumi delle famiglie. Il dato relativo al calo degli acquisti dell’acqua minerale è quanto mai emblematico. Occorrono misure drastiche per ridare nuova linfa all’economia”.

Ci teniamo a sottolineare che il servizio è e rimarrà sempre gratuito, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Contattaci mediante il FORM DEDICATO oppure chiamaci al numero: 0656547128