Acquistare un elettrodomestico: poche e semplici regole per risparmiare

energia elettrica

efficienza_energetica_detrazioni65Incentivi al consumo, il governo viene incontro alle esigenze dei consumatori ammettendo l’efficacia retroattiva del decreto legge 63/2013 a partire dallo scorso 6 giugno. 50 per cento di sconto fiscale fino ad un tetto massimo di spesa di 10 mila euro che oltre ai mobili è esteso anche agli elettrodomestici di grandi dimensioni. A prevederlo è un emendamento approvato al Senato ed ora all’esame della Camera. E’ bene precisare che resta invariata la condizione di partenza per accedere ai benefici. Gli acquisti degli elettrodomestici devono avvenire nell’ambito di lavori di ristrutturazione degli immobili che diano diritto alla detrazione del 50 per cento.

“Grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A nonché per tutte quelle apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica” è quanto precisa il testo del provvedimento legislativo lasciando però intatto sullo sfondo un mistero: sono ricompresi anche i televisori? Quest’ultimi infatti presentano esattamente come i primi l’etichetta energetica.

I tecnici sono al lavoro per risolvere il problema

Al momento le uniche certezze per ricevere gli sgravi fiscali riguardano l’acquisto di: mobili grandi elettrodomestici non inferiori alla classe A+ forni di classe A

Lo sconto fiscale si estende per dieci periodi di imposta dalla presentazione del 730 o modello unico del prossimo anno a quelli del 2014.

Occhio ai pagamenti

Per ricevere le agevolazioni è necessario saldare gli acquisti allo sportello bancario o postale (oppure tramite home banking) Nel farlo bisogna rispettare le seguenti regole:

Indicare la causale del versamento attualmente utilizzata dalle banche e da Poste italiane per i bonifici relativi ai lavori di ristrutturazione fiscalmente agevolati;

inserire il codice fiscale del beneficiario della detrazione;

specificare  il numero di partita Iva ovvero il codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato.

La strada per accedere ai benefici è lunga e tortuosa ma con un po’ di buona volontà e tanta determinazione il risparmio è alla portata di tutti.

Raffaele de Chiara 

Ci teniamo a sottolineare che il servizio è e rimarrà sempre gratuito, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Contattaci mediante il FORM DEDICATO oppure chiamaci ai seguenti recapiti: Recapito telefonico 0656547128