Bollo auto

BolloAutoCos’è il bollo auto

Il bollo auto – o più correttamente tassa automobilistica – è un tributo applicato a tutti i veicoli sul territorio nazionale da versare alla Regione in cui è residente il proprietario dell’autoveicolo o motoveicolo. Le persone proprietarie di uno o più veicoli al Pubblico Registro Automobilistico sono tenute a versare la quota annuale per poter circolare regolarmente sul territorio nazionale.

Si tratta di una tassa di possesso, da pagarsi indipendentemente dall’utilizzo del mezzo, che viene calcolata annualmente secondo direttive regionali, potenza del veicoli in kW e impatto ambientale. Maggiore sarà la classe d’inquinamento (Euro 3, Euro 4, etc) e più bassa sarà la tassa da pagare per il veicolo.

Quanto costa

Per individuare l’importo corretto da pagare è possibile utilizzare il servizio online gratuito messo a disposizione dall’ACI oppure dall’Agenzia delle Entrate. Inserendo i dati del mezzo e della provincia di residenza si otterrà il valore corretto da pagare. A volte però capita che questi sistemi non riescano a reperire i dati del veicolo. in questo caso è necessario recuperare tramite la carta di circolazione la classe d’inquinamento dell’auto (Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4, Euro 5) e kW; se manca l’indicazione del numero di kW, la tassa deve essere versata in relazione alla potenza massima espressa in Cv. Facciamo un esempio pratico: ipotizziamo di possedere un’auto Euro 4 con 74kW, il bollo dovrebbe avere un costo di 190,92 euro (cioè 2,58 euro x 74). Ipotizzando un’autovettura sempre Euro 4 ma di 136 kW, dovremmo pagare 397,32 euro, cioè 100 kW x 2,58 euro + 36 kW x 3,87 euro. Nota: ogni regione ha le sue tariffe, consultabili tramite il sito della vostra regione

Agevolazioni e rincari

I veicoli meno inquinanti pagano usufruiscono di uno sconto, auto a gpl/metano/elettriche. Quelle di grossa potenza sono soggette altresì al “Superbollo”. Per quest’ultimi sono previsti 20€/kW per ogni kW superiore alla soglia prefissata in caso l’auto sia di nuova costruzione, 12€/kW in caso abbia cinque anni di vita, 6€/kW nel caso ne abbia dieci e 3€/kW dopo quindici anni.

Quando si paga

Veicoli nuovi 

Il bollo per i veicoli di prima immatricolazione va versato entro il mese di immatricolazione. Se l’acquisto avviene negli ultimi 10 giorni del mese, però, si può pagare entro il mese successivo a quello di immatricolazione, ferma restando la decorrenza dal mese di immatricolazione.

Nota:
Nelle Province Autonome di Trento e di Bolzano è possibile pagare il bollo nel mese successivo all’immatricolazione senza applicazione di sanzioni ed interessi.
Nella Regione Lombardia a decorrere dal 1° gennaio 2004, il termine per corrispondere il primo pagamento della tassa è stabilito nell’ultimo giorno del mese successivo a quello in cui è avvenuta l’immatricolazione.
Rinnovo pagamento del Bollo Auto
Il rinnovo del bollo deve essere effettuato entro l’ultimo giorno del mese successivo alla data di scadenza riportata sul tagliando. Nel caso in cui l’ultimo giorno utile sia sabato o festivo, il limite si estende al seguente giorno lavorativo senza l’applicazione di nessuna mora.
Nella Regione Lombardia a decorrere dal 1° gennaio 2004, i rinnovi devono essere effettuati entro l’ultimo giorno utile del mese corrispondente a quello di immatricolazione.

Dove si paga

Negli anni si sono moltiplicati i metodi con cui pagare la tassa, ma andiamo con ordine:

Poste – In tutti gli uffici Postali è possibile rinnovare il bollo auto, attraverso la compilazione di un modulo in cui inserire tipo e targa veicolo, data scadenza bollo, regione beneficiaria e codice fiscale del proprietario del veicolo. L’operazione ha una commissione di 1,30€.

Tabacchi – Tabaccai convenzionati con la Banca ITB (nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Puglia, Toscana, Umbria e Valle d’Aosta) e Tabaccai Lottomatica. Il costo previsto per la commissione è di 1.87€,

ACI e Agenzie pratiche auto – La commissione è sempre di 1.87€, ma è da tenere presente che sono le uniche strutture che possono correggere errori presenti sul bollo.

Bollonet – Attraverso il web, comodamente e in tutta sicurezza, l’ACI permette il rinnovo del bollo auto. La commissione è di 1,87€ più 1,2% del totale. E’ da tenere presente che è attivo solo nelle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Molise, Puglia, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta, Prov. Aut. Bolzano (gratuito) e Prov. Aut. Trento.

Internet-Banking (solo per i propri clienti) e/o presso gli sportelli Bancomat (ATM)

Web – Ogni regione prevede un sistema di pagamento online.

Rimborso 

È possibile fare richiesta di rimborso del bollo auto per i seguenti casi:

si è pagato erroneamente lo stesso bollo per più volte;
si è pagato un importo più elevato di quanto dovuto;
si è pagato un pagamento non dovuto, magari per un’errata comunicazione o trascrizione della targa;
è stata rottamato/radiato/esportato il veicolo;
si è perso il possesso del veicolo, ad esempio per mezzo di un furto.
Non è previsto il rimborso per la perdita di possesso a causa della vendita dell’auto.
Il diritto di rimborso/compensazione decade al terzo anno successivo a quello in cui è stato effettuato il pagamento. Verranno restituite le somme non dovute solo se eccedenti, per ogni autoveicolo, al limite minimo rimborsabile che varia da regione a regione. In alcune regioni la soglia minima è parti a 12€, in altre 16,45€ in alte bastano 10,33€. Nel caso in cui la soglia minima non venga raggiunta, il contribuente perderà il diritto alla restituzione dell’importo versato.
Per maggiori informazioni leggete il nostro articolo: rimborso bollo auto

Esenzione

Ci sono diversi casi, che variano in base alla regione, per poter usufruire dell’esenzione dal pagamento del bollo:

Auto alimentate a GPL e Metano
Auto ibride
Auto elettriche
Auto storiche
Auto per disabili, invalidi e portatori di handicap
Per avere maggiori dettagli: esenzione bollo auto

Cosa succede se non si paga

In caso di mancato pagamento del bollo si è soggetti a una maggiorazione/mora, che cresce con l’aumentare dei giorni di ritardo:

Entro 14 giorni, l’ammenda sarà dello +0,2% dell’importo iniziale per ogni giorno di ritardo, più gli interessi legali giornalieri (2,5% su base annua);
Entro 30 giorni, la sanzione prevista per il mancato pagamento è del +3% del costo annuale della tassa a cui vanno aggiunti gli interessi legali giornalieri (2,5% su base annua);
Dopo 30 giorni, al costo iniziale del bollo va aggiunto un +3,75% più gli interessi legali giornalieri per il numero di giorni effettivi di ritardo (2,5% su base annua);
Dopo 1 anno, la mora sarà del +30% del costo annuale a cui va sommato un +1% per ogni semestre di ritardo;
Dopo 3 anni, farà seguito un avviso di pagamento che se non verrà saldato poterà alla cancellazione dal PRA dell’autoveicolo, con ritiro della targa e del libretto di circolazione.
Alcune Regioni applicano una riduzione della sanzione, per i pagamenti oltre l’anno.

Quando scatta la prescrizione

Se entro il terzo anno successivo a quello in cui doveva essere effettuato il versamento non vi è mai arrivata nessuna richiesta di pagamento, potete ritenere prescritto il pagamento di quel bollo auto.

Facciamo un esempio pratico, ipotizziamo un bollo auto in scadenza a dicembre 2009 da pagare entro gennaio 2010, il termine di tre anni inizierà a decorrere a partire dal 1 gennaio 2011 (anno successivo a quello in cui dove essere effettuato il pagamento) e scadrà il 31 dicembre 2013, cioè allo scadere del terzo anno successivo a quello in cui dovevi effettuare il pagamento.
Per tutti i dettagli: prescrizione bollo auto

Ci teniamo a sottolineare che il servizio è e rimarrà sempre gratuito, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Contattaci mediante il FORM DEDICATO oppure chiamaci ai seguenti recapiti: Recapito telefonico 0656547128