Carte di credito: l’Europa si schiera a favore dei consumatori

bancomat-pagamento2-400x288Drastico abbassamento delle commissioni per gli acquisti fatti con carte di credito o carte di debito. A dare inizio al lungo iter che di qui a qualche anno dovrebbe portare all’abolizione dell’odioso balzello è stata una proposta della Commissione Europea. La nuova proposta dell’organismo europeo pone un tetto alle commissioni pari allo 0,2 per cento nel caso delle carte di debito e dello 0,3 allorquando trattasi di carte di credito. Decade poi anche la facoltà da parte del venditore di scaricare il costo delle commissioni sull’acquirente.  Quest’ultima prassi diffusissima per esempio nell’acquisto di biglietti aerei.

Fino all’1,5 per cento del valore della transazione, a tanto ammonta il costo sostenuto dal venditore a favore degli erogatori del servizio, circuiti Visa e Mastercard su tutti, nel caso l’acquirente decida di pagare con moneta elettronica.

La proposta presentata a Bruxelles dovrà ricevere ora il via libera dai governi di ciascun Paese membro e dal Parlamento europeo. I tempi per la sua entrata in vigore si prevedono medio-lunghi, si parala del 2015 con un periodo di transizione in cui il tetto sulle transazioni si applicherà solo agli acquisti fatti all’estero, mentre in seguito si estenderà ai mercati nazionali.

Sei miliardi di euro all’anno è l’ammontare del risparmio di cui beneficerebbero i consumatori secondo i commissari al mercato interno, Michel Barnier e alla concorrenza, Joaquin  Almunia. E’ noto infatti come in maniera indiretta il costo delle commissioni sostenuto dai commercianti ricada inevitabilmente sui consumatori attraverso l’aumento dei prezzi.

Numeri importanti quelli riguardanti la moneta elettronica in Italia: secondo gli ultimi dati forniti dall’Associazione Bancaria Italiana sono 82 milioni le carte circolanti a fronte dei 77 del 2009; 280 milioni di euro altresì è l’ammontare dei pagamenti effettuati dagli italiani in Rete con un amento rispetto sempre al 2009 del 24 per cento.

«Una decisione totalmente a favore dei consumatori, non possiamo che dirci soddisfatti» Non usa mezzi termini per manifestare il proprio entusiasmo Antonio Ferrara presidente di Sos utenti consumatori «L’abolizione delle commissioni è un punto a favore dell’equità ed una spinta alla ripresa dei consumi. Adesso non rimane che confidare nella buona fede dei commercianti che dovranno abbassare i prezzi e nella celerità degli organismi di governo cui spetterà dare concreta attuazione alla norma»

Appuntamento al 2015 per saggiare i primi effetti virtuosi della nuova disciplina.

 

Raffaele de Chiara 

Ci teniamo a sottolineare che il servizio è e rimarrà sempre gratuito, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Contattaci mediante il FORM DEDICATO oppure chiamaci al numero: 0656547128