Conti deposito: occhio agli interessi Ferrara: “Fate attenzione a chi gestisce il denaro”

conti-depositoTi piace guadagnare facile? Si può, ma non senza correre rischi. Nel variegato mondo della finanza di offerte per far fruttare denaro a iosa ce ne sono a bizzeffe ma nessuna è priva di rischi; quest’ultimi sono sempre commisurati all’entità del guadagno promesso. Detto in soldoni: più altro è il rendimento dell’investimento, tanto maggiore sarà il rischio di perdere il capitale da parte dell’investitore.

Conti deposito

Secondo uno studio condotto dal quotidiano “Il Sole 24 Ore” l’enorme diffusione di questo tipo di investimento all’apparenza del tutto sicuro nasconderebbe delle trappole non sempre ben conosciute da parte del consumatore. L’autorevole quotidiano economico cita le offerte di tre istituti bancari “Banca Popolare di Spoleto”, “Banca Marche”, e “Mps”, tutte pronte ad offrire altissimi rendimenti sui propri conti deposito.

Premesso che nelle offerte non compare nessuna anomalia, i fogli informativi sono redatti a norma e non c’è nessun inganno per l’investitore, è bene mettere in guardia il consumatore dal sottoscrivere strumenti finanziari solo all’apparenza del tutto privi di rischi. «Qualunque investimento deve essere contestualizzato. Spesso non è l’impiego del denaro in sé a destare perplessità ma è il soggetto che lo gestisce» A dirlo è Antonio Ferrara presidente di “Sos utenti consumatori”.

Il ragionamento di Ferrara si base su un assunto molto semplice. «Il prestito di denaro di per sé non può costituire un rischio o quanto meno il pericolo che non venga più  restituito dipende dalla soggetto cui lo si cede. Ecco, la medesima situazione avviene nel momento in cui si sottoscrive un conto deposito. Lo strumento in sé presenta dei rischi bassissimi, generalmente il capitale è sempre garantito, a patto però che l’istituto bancario presso cui lo si attiva abbia basi economiche solide».Ciò che non presentano gli istituti bancari summenzionati. “Banca Popolare di Spoleto”, “Banca Marche”, e “Mps” infatti sembrerebbero non navigare in buone acque, sono in crisi di liquidità, e quindi hanno chiesto aiuto al mercato per risanare i propri bilanci. Ovviamente per allettare gli investitori i tassi di rendimento sui capitali depositati sono tra i più alti in Italia. «Tengo a ribadire che in queste operazione non c’è nulla di illegale, tuttavia in qualità di presidente di un associazione di consumatori è mio compito mettere in guardia dai guadagni solo in apparenza “facili”: nessun istituto bancario regala soldi. Il denaro ha sempre un costo, commisurato al rischio corso».

Raffaele de Chiara 

Ci teniamo a sottolineare che il servizio è e rimarrà sempre gratuito, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Contattaci mediante il FORM DEDICATO oppure chiamaci al numero: 0656547128