Contraffazione giocattoli

ce

Contraffazione giocattoli.

ce

In Italia, ogni anno, più di 200 milioni di euro vanno in fumo a causa delle vendite di giocattoli contraffatti, registrando a una perdita di circa il 15% delle vendite di giocattoli nel nostro Paese. Cresce la preoccupazione anche a livello europeo, tanto da registrare una perdita di 1,5 miliardi di euro l’anno di perdite dirette a causa della contraffazione, mentre quelle indirette toccano i 2 miliardi, con mancati introiti per i governi di 370 milioni di euro e una perdita. Tale allarme è stato lanciato dall’ultimo rapporto dell’ufficio europeo per l’armonizzazione del mercato.

E le stime Onu non sono da meno: a livello mondiale il giro d’affari del mercato della contraffazione ammonta a 600 miliardi di dollari all’anno.
Tuttavia i giocattoli contraffatti, oltre a danneggiare l’economia italiana ed europea, mettono a rischio la sicurezza dei bambini in quanto non vengono rispettate le direttive della CEE. Per tali motivi il Parlamento Europeo e la Guardia di Finanza, sono scesi in campo (nell’ambito di una campagna lanciata dalla Commissione europea per meglio informare su come acquistare e utilizzare i giocattoli nel modo più sicuro) per chiedere a genitori e nonni di comprare solo giocattoli col marchio CEE.

Il presidente Michele Ferrara, dell’Associazione Sos Utenti Consumatori, consiglia a tutti i consumatori, soprattutto in questi giorni di festività natalizia, di controllare accuratamente i giocattoli che acquistate per i vostri bambini, verificate che i giocattoli abbiano il marchio CEE da non confondere con il marchio CE (China Export),questo stratagemma è stato usato da moltissime società cinesi per esportare illegalmente molti prodotti ,marchio CE che da alcuni anni garantisce gli standard di qualità riconosciuti dalla Comunità Europea, è stato sapientemente copiato dalle aziende cinesi che hanno creato un nuovo marchio CE a danno dei consumatori: I cinesi hanno introdotto il loro marchio di garanzia ( ovviamente per raggirare il nostro a discapito dei consumatori europei. I prodotti cinesi hanno impresso il loro bel marchio CE, i beni che non hanno eseguito alcuna prova di conformità agli standard europei, possono circolare nella comunità.

Ovviamente il tutto è illegale, trattandosi di un’operazione ingannevole ai danni dei consumatore, ma purtroppo è davvero difficile riuscire a distinguere i due simboli . Il controllo che tutti i consumatori dovrebbero fare ,soprattutto per i giocattoli destinati ai bambini sarebbe quello di controllare accuratamente il marchio CE ,infatti la Comunità Europea ha più spazio tra le lettere. Vi è uno spazio ampio tra le due lettere che è quasi pari alla C rovesciata orizzontalmente. La C e la E devono essere ricavate da due cerchi che si compenetrano e la dimensione minima in altezza deve essere di 5 mm.

Ci teniamo a sottolineare che il servizio è e rimarrà sempre gratuito, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Contattaci mediante il FORM DEDICATO oppure chiamaci ai seguenti recapiti: Recapito telefonico 0656547128