Contratti Energia non a norma

contratti energia

Contratti Energia non a norma

contratti energia

Nonostante le promesse da parte di Eni nei confronti dell’utente, volte al miglioramento dei rapporti contrattuali nei settori energia e gas, si persevera – almeno secondo le segnalazioni ricevute – nell’attivazione di forniture non richieste dal cliente, o comunque attraverso l’esperimento di procedure prive di garanzie informative per l’utente.

Diverse sono state le segnalazioni pervenute all’Associazione Sos Utenti Consumatori, in quanto i contratti per l’energia risultano non conformi alla normativa applicabile; tali contratti si stipulano, difatti, in molte occasioni, attraverso registrazioni telefoniche o in conseguenza di aggressive politiche commerciali del tipo “porta a porta”.
Per questo motivo è stato emanato un provvedimento da parte dell’Antitrust che, riscontrando la fondatezza dei rilievi pervenuti, ha irrogato sanzioni per oltre 6 milioni di euro a 7 imprese attive nel settore luce e gas per attivazione di forniture mai richieste. Le imprese coinvolte risultano essere: Enel Energia, Eni, Acea Energia, Hera Comm, GdF Suez Energie, Green Network e Beetwin.

Le condotte censurate dall’Antitrust, infatti, sono risultate come un’alterazione della libera scelta dei consumatori, adottandosi, in alcuni casi, procedure di contrattualizzazione in violazione del Codice del Consumo.
Queste pratiche – si legge nel provvedimento – sfruttavano la cosiddetta “asimmetria informativa”: ciò sta a significare che una parte degli agenti interessati ha maggiori informazioni rispetto al resto dei partecipanti e può trarre un vantaggio da questa configurazione, a causa della complessità intrinseca delle offerte commerciali di energia elettrica e gas naturale nel mercato libero.
L’attenzione dell’autorità dell’Antitrust è scaturita dalle molteplici modalità di offerta e conclusione dei contratti a distanza di energia elettrica e gas, ovvero quelli raccolti attraverso la rete degli agenti “porta a porta” e attraverso il “teleselling”.

Facendo seguito alla pronuncia dell’autorità, Eni ha già dichiarato che le contrattualizzazioni telefoniche saranno contraddistinte da una maggiore tutela per il consumatore, impedendo una conclusione senza l’espressa conferma da parte del cliente; inoltre saranno adottate ulteriori verifiche e conferme volte ad ottenere maggiore certezza circa la volontà di ottenere le forniture dagli operatori attivi nei settori gas ed energia.

Ci teniamo a sottolineare che il servizio è e rimarrà sempre gratuito, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Contattaci mediante il FORM DEDICATO oppure chiamaci ai seguenti recapiti: Recapito telefonico 0656547128