Credito. Il consumatore ha diritto di conoscere la propria posizione entro 15 giorni

Il consumatore ha diritto di conoscere la propria posizione custodita all’interno delle banche dati delle società finanziare entro 15 giorni al massimo.

A sancirlo è la Prima Sezione Civile della Cassazione (sentenza 349 /13, depositata il 9 gennaio), richiamando all’ordine tutti i gestori privati di banche dati: questi soggetti hanno l’obbligo di mostrare – e a richiesta stampare e consegnare – il dossier relativo al presunto insolvente.

“Dinanzi a una sollecitazione ‘rivolta senza formalità’ dall’interessato – argomentano i magistrati – la risposta deve arrivare massimo entro 15 giorni (termine pari a quello previsto per l’interpello del Garante). Questo perché – ricorda la Corte – il cittadino è «unico e vero dominus dei dati che lo riguardano», sia nei confronti dell’intermediario che li ha raccolti sia nei confronti di terzi”.

La pronuncia trae spunto dal caso di un uomo che aveva chiesto l’accesso alla banca dati della società di finanziamento, inviando un fax dettagliato, ma senza alcun esito se non – dopo aver citato la Spa a giudizio – nella prima udienza di comparizione davanti al tribunale. I giudici avevano pertanto considerata cessata la materia del contendere, caricando però la soccombenza virtuale (le spese di giudizio) alla società.

Da qui il ricorso in Cassazione per ottenere un “proscioglimento” nel merito e che invece è servita ai giudici supremi per ricordare i diritti incomprimibili del consumatore. A cominciare, appunto, da quello di accesso tempestivo e senza ostacoli alla propria posizione.

La materia è regolata anche dal Codice della privacy (Dlgs 196/2003) e dal “Codice di deontologia e di buona condotta per i sistemi informativi sul credito al consumo, affidabilità e puntualità nei pagamenti” che al riguardo risulta essere particolarmente attenta. 

Questo perché il cittadino, come sottolineato anche dalla Corte, è sempre ‘l‘unico e vero dominus dei dati che lo riguardano’, sia nei confronti dell’intermediario che li ha raccolti sia nei confronti di terzi.

Ci teniamo a sottolineare che l'assistenza e la pre-analisi è e rimarrà sempre gratuita, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Compila il seguente form per ricevere l'Assistenza Gratis di Sos Utenti Consumatori oppure chiamaci al numero 0656547128