Crisi economica. L’Istat lancia l’allarme: “Difficile la ripresa nel 2015”

la SentinellaNon è detto che la ripresa dei consumi avvenga nel 2015. A rilevarlo è l’Istat che sottolinea come la spesa delle famiglie italiane resterà al palo anche per quest’anno.

Nulla di buono neppure da un sondaggio condotto da Confesercenti-Swg.

In questo caso emerge che più di un italiano su due non arriva alla fine del mese. Inoltre solo il 26% di chi ha ricevuto il bonus Irpef lo ha destinato principalmente alla spesa, mentre il restante 74% lo ha usato per ricostituire il risparmio (35%) o per pagare debiti pregressi (39%).

“E’ la conseguenza di una recessione che si è mutata in stagnazione – fa sapere l’associazione dei commercianti – tanto che quest’anno la ripresa della spesa delle famiglie sarà ancora minima: secondo il rapporto Confesercenti-Ref senza una forte svolta il 2015 non si presenta con le caratteristiche di un’economia in grado di voltare pagina”

Previsto invece un piccolo aumento del Pil (dello 0,9%) e dei consumi delle famiglie (di un timido 0,7%). Si attenuerebbe invece il rischio deflazione, con un’inflazione che passerà dallo 0,4% di quest’anno allo 0,7% dell’anno prossimo.

 Resta però alto il tasso di disoccupazione che scende dal 12,5% del 2014 al 12,3% del 2015. E si profila ancora un record del debito pubblico che arriverebbe al 136,7% nel 2015, salendo quindi di un punto percentuale rispetto al 2014. L’indebitamento netto sarà invece in calo dal 3% al 2,7% dell’anno prossimo.

Neecessario il varo di nuove riforme

“E’ importante estendere gli 80 euro ai pensionati entro i 25.000 euro di reddito annuo per proseguire con il taglio di almeno due punti delle aliquote Irpef”.

Sulla stessa linea anche il presidente nazionale di Sos utenti consumatori Antonio Ferrara

“I dati forniti dall’Istat e da Confesercenti fotografano una situazione che purtroppo è sotto gli occhi di tutti. Molti parlano di ripresa economica ma la realtà è che sempre più famiglie faticano non poco ad arrivare alla fine del mese. E’ necessario prenderne atto e varare tutte quelle riforme necessarie alla porre le basi per una vera ripresa”.  

Ci teniamo a sottolineare che il servizio è e rimarrà sempre gratuito, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Contattaci mediante il FORM DEDICATO oppure chiamaci al numero: 0656547128