Diritti e Garanzie nella Vendita

Diritti e Garanzie nella Vendita.
Una piccola guida.

garanzia

La garanzia legale di conformità per i beni di consumo è regolata dagli artt. 128 e ss. del d.lgs n. 206/05 (codice del consumo).
Si ricorda che essa si applica nei contratti conclusi tra un venditore ed un consumatore, ove:
a) per venditore s’intende qualsiasi persona fisica o giuridica pubblica o privata che vende o ha venduto qualcosa; più specificamente, proprietario o gestore di un negozio di vendita, oppure chi, in una organizzazione di vendita, è a diretto contatto con il cliente, (cfr. art. 128, primo e secondo comma lett. b), d.lgs n. 206/05);
b) per consumatore, ai sensi dell’art. 3, primo comma lett. a), d.lgs n. 206/05, si intende la persona fisica che agisce per scopi estranei all’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta.

Le norme sulla garanzia legale si applicano anche nei casi un cui il venditore commerci beni usati “tenuto conto del pregresso temporale nell’utilizzo, limitatamente ai difetti non derivanti dall’uso normale della cosa” (art. 128, terzo comma, d.lgs n. 206/05).

L’art. 132 del codice specifica che la garanzia è di due anni e che il consumatore decade dai diritti riconosciutigli dal codice del consumo se non denuncia al venditore il difetto entro due mesi dalla scoperta ed, infine, che se il difetto si manifesta entro sei mesi dalla consegna del bene, esso si presume esistente fin da questo momento, salvo prova contraria.

Nei casi in cui il bene acquistato dal consumatore possa risultare non conforme al contratto, ai sensi dell’art. 130 del codice del consumo, il consumatore può, alternativamente, chiedere:
a) la sostituzione del bene con uno conforme;
b) la riparazione.
Il venditore deve obbligatoriamente esaudire la richiesta del consumatore, ma può scegliere di proporre il rimedio scartato dal primo se quello richiesto sia oggettivamente impossibile o eccessivamente oneroso rispetto all’altro.

Insomma, prevale sempre la volontà del consumatore (cfr. art. 130, 9 comma c.c.).
Due indicazioni importanti da ricordare, che spesso non vengono tenute in considerazione:
a) per esercitare la garanzia legale è necessario conservare lo scontrino fiscale (o documento equivalente) attestante l’acquisto del prodotto;
b) per esercitare la garanzia legale è necessario rivolgersi al venditore e lasciare a lui il bene (è necessario, in tal caso, farsi rilasciare apposita ricevuta di consegna del bene).
Per essere certi di poter esercitare tutti i diritti previsti dal codice del consumo, è necessario tassativamente la risoluzione della questione dei difetti solo e soltanto per mezzo del venditore.

Ci teniamo a sottolineare che il servizio è e rimarrà sempre gratuito, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Contattaci mediante il FORM DEDICATO oppure chiamaci al numero: 0656547128