Frodi alimentari. Bloccata la vendita su eBay di un falso Asiago Dop

FormaggioAl bando da eBay l’Asiago Dop taroccato. E’ bastata la segnalazione del Consorzio di Tutela a far ritirare da eBay il falso formaggio italiano.

Il nuovo protocollo di tutela e valorizzazione delle produzioni agroalimentari Dop e Igp ha infatti bloccato il falso in vendita. Purtroppo sempre più spesso risultano in vendita sulla piattaforma di e-commerce: prodotti non certificati. L’accordo siglato lo scorso maggio da Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari (ICQRF), piattaforma online eBay e Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche (AICIG) ha proprio come scopo quello di porre fine al fenomeno. 

Il protocollo, siglato lo scorso maggio, assegna un ruolo centrale al Programma di verifica dei diritti di proprietà (Verified Rights Owner – VeRO), un sistema che consente ai titolari di diritti di proprietà intellettuale di segnalare eventuali violazioni.  IL Dipartimento ICQRF ha dunque inviato a eBay la “notifica di violazione di diritti di proprietà intellettuale in relazione alle produzioni DOP e IGP” e il marketplace ha rimosso subito l’annuncio. Contestualmente, l’Ispettorato ha attivato le procedure di protezione ex officio su tutto il territorio dell’Unione europea per il blocco della commercializzazione dei prodotti rilevati.     

Soddisfatto il presidente di Sos utenti consumatori.

Le frodi alimentari – dice Antonio Ferrara – sono le peggiori nemiche della salute dei consumatori e dell’economia nostrana. Abbiamo dei talenti straordinari nel nostro paese nel campo dell’industria alimentare che necessitano di maggior considerazione”.

La ricetta è sempre la stessa

“E’ necessaria una maggiore consapevolezza da parte di chi acquista ma anche di controlli più severi da parte delle autorità preposte a vigilare sulla qualità dei prodotti”

Molto è stato fatto ma la strada da percorrere è ancora lunga.

“La globalizzazione ha portato tanti aspetti positivi ma anche controindicazioni. Oggi chiunque può vendere qualsiasi prodotto in qualunque parte del mondo, tutto ciò però comporta anche degli aspetti negativi, come ad esempio l’enorme difficoltà di verificare l’originalità di ciò che si vende. In ogni caso rispetto a qualche anno fa sono stati fatti degli enormi passi in avanti”.     

Ci teniamo a sottolineare che il servizio è e rimarrà sempre gratuito, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Contattaci mediante il FORM DEDICATO oppure chiamaci al numero: 0656547128