Istat, il 16% degli italiani è povero, Ferrara: “Dati allarmanti, bisogna rilanciare l’occupazione”

ggg7Gli Italiani sono sempre più poveri. A lanciare l’ennesimo allarme riguardo l’indigenza dei consumatori del Bel Paese sono questa volta i dati Istat. Il 16,6 per cento dei cittadini – certifica l’Istituto Nazionale di Statistica – vive in condizione di povertà relativa. In numeri assoluti vuol dire 10 milioni di cittadini, di questi, 6 milioni versano in una condizione di povertà assoluta.

La situazione è facilmente intuibile anche dalla disamina dei dati concernenti i consumi.

Dal 2008 ad oggi il potere di acquisto è diminuito di oltre il 13,4 per cento.

Nel solo biennio 2012-2013 le spese riguardanti gli alimenti hanno subito una diminuzione dell’8,1 per cento, giù soprattutto la spesa di carne che fa segnare un meno 3,2 per cento.

«Quella che stiamo vivendo è una situazione preoccupante che richiede la massima attenzione da parte di tutti – a sottolinearlo è il presidente di Sos utenti consumatori Antonio Ferrara – è indispensabile – argomenta – avviare dei provvedimenti urgenti ed improrogabili che siano in grado di porre un argine a questa tendenza».

Due gli interventi principali con cui frenare il fenomeno.

Da un lato bisogna «Risollevare il potere di acquisto delle famiglie, allargando la platea dei beneficiari del bonus di 80 Euro anche a pensionati, incapienti e famiglie numerose. In questo  – spiega alla luce di recenti studi in materia-  si potrebbero avere benefici sulla domanda di mercato tali da far segnare una risalita vicina al +0,8 / +0,9 per cento»

Dall’altro è altresì indispensabile intervenire sulla disoccupazione.

«E’ necessario avviare un piano straordinario per il lavoro; rilanciare l’occupazione, specialmente quella giovanile, è la strada maestra per restituire potere di acquisto alle famiglie, non solo a quelle giovani, ma a tutte. Non dimentichiamo che oggi giorno sono sempre più i giovani che vivono in famiglia gravando sempre di più sul bilancio familiare di genitori ed in alcuni casi anche dei nonni»

Ci teniamo a sottolineare che il servizio è e rimarrà sempre gratuito, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Contattaci mediante il FORM DEDICATO oppure chiamaci al numero: 0656547128