Partita Iva novità 2016

partita iva

Partita Iva novità 2016

partita iva

Novità per i lavoratori autonomi in possesso della partita iva, a febbraio il ddl che cambierà tutto. In previsione detrazioni fiscali, introduzione di maternità e malattie ed altri vantaggi.
Dopo il Jobs Act, riforma del diritto del lavoro in Italia che ha riordinato il mondo del lavoro dipendente e degli ammortizzatori sociali a esso collegati promossa ed attuata in Italia dal governo Renzi, attraverso diversi provvedimenti legislativi varati tra il 2014 ed il 2015 , è in via di approvazione definitiva un disegno di legge che ha come focus il lavoro autonomo e i professionisti e che segnerà forti cambiamenti per ciò che riguarda la partita iva.

Jobs Act degli autonomi.
Renzi definisce questo cambiamento come “Jobs Act degli autonomi” il ddl

che riguarderà il mondo dei lavoratori che si servono di partita iva. In previsione saranno esposte nuove tutele e nuove possibilità per tutti coloro che fino a oggi, in quanto lavoratori automi, erano discriminati rispetto a chi aveva un impiego come lavoratore dipendente.
Quella che può considerarsi una vera rivoluzione per i professionisti con partita iva è l’introduzione della maternità. Sarebbe inserito nel ddl un punto che consente alle lavoratrici autonome di assentarsi dal lavoro per 5 mesi tra prima e dopo il parto, percependo l’80% dei redditi dichiarati in precedenza.

Questa formula sarebbe possibile anche per il congedo parentale di 6 mesi nei primi 3 anni dalla nascita del bambino. La maternità sarebbe così concessa anche ai lavoratori con partita iva e pagata dall’INPS.
In ddl inserisce anche la malattia che sarebbe concessa in caso di assenza dal lavoro per almeno 30 giorni, in questo caso non si percepirebbe denaro, ma la possibilità di non pagare i contributi per il periodo in cui non si è potuto svolgere il proprio lavoro.

Ulteriore punto importante tra quelli presenti nel ddl è quello che riguarda la polizza assicurativa contro i mancati pagamenti da parte dei clienti. Il lavoratore autonomo potrà dotarsi di un’assicurazione detraibile dalle tasse che lo copra nel caso in cui il cliente non paghi il compenso pattuito.
Anche per quanto riguarda le spese per gli aggiornamenti professionali, ci sono grandi cambiamenti: queste infatti potranno essere detratte al 100%, diversamente da quanto avveniva fino ad’oggi.

Ci teniamo a sottolineare che il servizio è e rimarrà sempre gratuito, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Contattaci mediante il FORM DEDICATO oppure chiamaci ai seguenti recapiti: Recapito telefonico 0656547128