Poche regole per non rovinarsi le ferie

Life preserver for help

Sei in procinto di partire per le tanto sospirate vacanze? Prima di mettersi in viaggio ecco qualche pratico consiglio per non incorrere in spiacevoli sorprese. «Le vacanze estive sono il momento dell’anno più atteso dalle famiglie  ma spesso possono trasformarsi anche in un incubo. E’ per questo che prima di ricorrere ai rimedi preferiamo prevenire possibili disagi». Incontriamo il presidente Antonio Ferrara nel suo studio ad Aversa presso la sede centrale di Sos utenti consumatori. L’aria frizzante di questi strani giorni di luglio rende quasi fuori luogo parlare di vacanze ma non per il presidente «Le ferie estive intese come sinonimo di giusto relax costituiscono la ricompensa per un anno di lavoro non saranno di certo le bizze del tempo a renderle meno piacevoli»

Prima regola leggere con attenzione quanto riportato nel materiale informativo

«Quando si prenota un viaggio è bene prestare molta attenzione a ciò che viene riportato all’interno delle brochure o sui siti internet, ogni dettaglio è vincolante per  l’organizzatore ed il venditore. Il consiglio che do quindi è quello di diffidare sempre dalle offerte poco chiare o troppo convenienti; non dimenticate mai di conservare una copia del servizio prenotato»

 

Norme ancora più stringenti a favore del consumatore se si prenota tramite un’agenzia di viaggi

«In questo caso già prima di sottoscrivere il contratto, chi prenota ha diritto a tutta una serie di informazioni scritte, quali, per esempio, notizie utili in materia di passaporto e visto, nonché quelle riguardanti gli obblighi sanitari e le relative formalità per l’effettuazione del viaggio. Nel caso si abbiano dubbi sulla serietà dell’agenzia si può telefonare all’Assessorato al turismo della Regione, Ufficio licenze agenzie di viaggio, oppure all’associazione di categoria e chiedere notizie su di essa»

 

Possibili le maggiorazioni di prezzo ma a determinate condizioni

«Il tour operator può chiedere un aumento del prezzo  a seguito del rialzo del costo del trasporto, del carburante, delle tasse o del cambio non oltre però 20 giorni prima della partenza; in ogni caso la maggiorazione non può essere superiore al 10% del prezzo originariamente stabilito; in quest’ultimo caso l’acquirente può recedere dal contratto richiedendo il rimborso delle somme già versate»

 

Modifica del contratto? No grazie

«Il consumatore non è tenuto ad accettare la modifica delle condizioni contrattuali. Nel  caso il tour operator comunichi un cambiamento si può recedere dal contratto senza il pagamento di alcuna penale, anzi pretendendo il risarcimento del danno»

 

Impossibilitati a partire? E’ possibile cedere il viaggio a terzi

«Se ci trova nella condizione di non potere più partire è diritto dell’acquirente sostituire a sé un terzo comunicandolo per iscritto all’organizzatore o al venditore, non oltre 4 giorni lavorativi prima della partenza»

 

Turista fai da te? E’ possibile ma con minori garanzie

«Se si prenota senza l’intercessione di un’agenzia, è bene valutare che si è meno tutelati in caso di disservizio. Non c’è nessuna norma che stabilisca i termini per l’effettuazione dei pagamenti anticipati. Anche in caso di recesso giustificato è da notare che sarà molto difficile ottenere la restituzione delle somme versate.

Ci teniamo a sottolineare che il servizio è e rimarrà sempre gratuito, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Contattaci mediante il FORM DEDICATO oppure chiamaci al numero: 0656547128