Privacy. Il Garante vieta l’utilizzo per fini di marketing dei dati di coloro che chiedono un prestito

prestiti_personaliDivieto di utilizzo per finalità di marketing dei dati riguardanti tutti coloro che richiedono finanziamenti o prestiti.

È quanto ha stabilito il Garante Privacy in un recente provvedimento diretto a una società di intermediazione online. A quest’ultima l’autorità ha imposto ai fini dell’utilizzazione delle informazione un esplicito consenso da parte del consumatore.  

 “Le aziende che offrono servizi di preventivi online per l’accesso al credito –  – specifica il Garante in una nota –  devono rispettare le regole a protezione dei dati personali e non possono ‘sfruttare’ a fini di marketing la debolezza dei consumatori nel delicato momento della ricerca di possibili fonti di finanziamento (prestiti personali, cessioni del quinto, consolidamento di debiti). Tanto più tenuto conto dell’attuale situazione di crisi economica”.

L’intervento del Garante, prosegue la nota, “si è reso necessario per tutelare i numerosi consumatori che si rivolgono ai fornitori di servizi che fanno da tramite tra gli utenti e gli intermediari abilitati, come le banche o le società finanziarie: si pensi, infatti, che questi fornitori ricevono ogni giorno centinaia di richieste di preventivi”.

La segnalazione da cui è partito il Garante lamentava la ricezione di comunicazioni promozionali indesiderate: l’Autorità ha accertato che la società sottoponeva agli utenti un modello di richiesta di consenso unico, peraltro già pre-compilato nella casella relativa all’assenso, sia per la fornitura del servizio richiesto, sia per finalità diverse, quali l’invio di informazioni commerciali e la fidelizzazione del cliente. Il Codice Privacy stabilisce invece che gli interessati devono essere messi in grado di esprimere consapevolmente e liberamente le proprie scelte, manifestando un consenso specifico al trattamento per ciascuna distinta finalità perseguita dal titolare del trattamento. Oltre al divieto, il Garante ha prescritto alla società di integrare e modificare l’informativa presente sul sito.

“E’ una decisione – argomenta il presidente nazionale di Sos utenti consumatori Antonio Ferrara – che va nella giusta direzione. E’ giunto il momento – sottolinea- di smetterla di speculare sulle difficoltà delle persone e di ritrovare un giusto equilibrio tra il sacrosanto diritto di fare impresa e quello di vedere garantiti i propri diritti”.

Ci teniamo a sottolineare che l'assistenza e la pre-analisi è e rimarrà sempre gratuita, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Compila il seguente form per ricevere l'Assistenza Gratis di Sos Utenti Consumatori oppure chiamaci al numero 0656547128