Rimborso all’estinzione del finanziamento

finanziamento

Rimborso all’estinzione del finanziamento

finanziamento

Hai un diritto ad un rimborso se estingui un finanziamento o se ne stipuli uno nuovo

Forse non tutti sanno che se si stipula un contratto di finanziamento e lo estingui anticipatamente, hai diritto ad un rimborso.
Può anche capitare che l’estinzione del finanziamento sia dovuto alla stipula di uno nuovo. Ebbene, anche in quel caso, potresti avere diritto ad un rimborso.
I consumatori al momento dell’estinzione e/o alla stipula del nuovo contratto di finanziamento si trovano davanti a delle clausole NULLE, che prevedono che la polizza collegata al mutuo rimangono comunque in vigore anche dopo l’estinzione dell’originario contratto di finanziamento.

Tali somme, versate come commissioni bancarie e finanziarie o a copertura di un premio assicurativo DEVONO ESSERE INTERAMENTE RIMBORSATE AL CLIENTE in quanto coprono un periodo di copertura che non è mai stato goduto.
Nei casi più comuni, questa circostanza capita nell’accensione di mutui bancari, nei contratti assicurativi ove il rischio è correlato al decesso, infortunio, o malattia, ma anche nei contratti di cessione del quinto dello stipendio.

In tutti questi casi, l’ente erogatore del credito, appositamente, nei contratti prestampati, omette di informare il consumatore di tale diritto, il quale, ignaro, si trova a pagare più di quanto effettivamente dovrebbe. ignorando la possibilità del rimborso in caso di estinzione e/o nuovo finanziamento!
Pertanto, il consumatore, nel caso di estinzione anticipata del finanziamento o di nuova stipula HA IL DIRITTO di chiedere il recesso dal vecchio contratto di assicurazione ed il rimborso di parte del premio assicurativo non goduto, che ha versato anticipatamente al momento della stipula.

Su questa problematica si è formato un consolidato orientamento del ABF, che ha affermato il carattere ricognitivo delle norme in materia di rimborso degli oneri pagati anticipatamente e non espressamente riferiti a prestazioni che si esauriscono alla momento della stipulazione (si veda la decisione 2817/2013 del Collegio di Napoli).

Pertanto, anche le somme versate a titolo di premio assicurativo per la stipulazione di polizze commesse al rischio del credito (solitamente mediante l’adesione a polizze collettive ove il rischio assicurato è costituito da decesso, infortunio, malattia, dalla sopravvenuta invalidità permanete da infortunio o malattia del soggetto finanziato o dalla sua sopravvenuta incapacità lavorativa), oltre le commissioni bancarie e finanziarie in mancanza di criteri di calcolo indicati nella documentazione contrattuale, devono essere restituite al cliente in misura proporzionale mente corrispondete alle quote riferibili al periodo non goduto, difettando diversi criteri contrattuali oggettivi e ragionevoli (tra le tante si vedano le pronunce 776/2012 del Collegio di Milano e 1169/2013 del Collegio di Roma).

Se anche tu dovessi ritrovarti in questa circostanza, ti invitiamo a prendere contatti con l’Associazione Sos Utenti Consumatori che ti fornirà una consulenza GRATUITA.

Ci teniamo a sottolineare che l'assistenza e la pre-analisi è e rimarrà sempre gratuita, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Compila il seguente form per ricevere l'Assistenza Gratis di Sos Utenti Consumatori oppure chiamaci al numero 0656547128