Risparmiare in tempo di crisi: un vademecum delle spese deducibili dai redditi

1244023314_modello_730Dichiarazione dei redditi, risparmiare si può. L’avvento dell’estate oltre che dal bel tempo è preceduta dalla tanto detestata dichiarazione dei redditi. Non tutti sanno però che gran parte delle spese sostenute nel corso dell’anno sono deducibili dalle tasse che si devono allo Stato. Scorrere l’elenco di tutto ciò che può essere sottratto al 19% dalla somma dovuta è senz’altro una boccata d’ossigeno per le tante famiglie che fanno fatica ad arrivare alla fine del mese.

Spese mediche; sono quelle più comuni, si va da quelle specialistiche a quelle per l’acquisto di farmaci, purchè dimostrabili per mezzo di fattura o “scontrino parlante” ossia contenente i dati della tessera sanitaria. La detrazione vale anche per i soggetti fiscalmente a carico e per gli animali detenuti legalmente a scopo di compagnia o per la pratica sportiva. Fanno risparmiare anche le spese per l’acquisto di mezzi che facilitano la deambulazione di soggetti disabili come carrozzelle autoveicoli e motoveicoli opportunamente modificati.

Spese per badanti; anche l’assistenza a favore dei soggetti non autosufficienti può essere dedotta a patto però che il reddito complessivo dell’assistito non superi i 40.000 mila euro.

Interessi passivi; avete contratto un mutuo con tutti gli annessi e connessi in termini di spese ed oneri? E’ possibile dedurre le spese sostenute.

Asili nido; se avete figli piccoli che frequentano l’asilo lo Stato vi viene incontro. Fino a 632 euro per bimbo fiscalmente a carico sono deducibili.

Assicurazione sulla vita; mettere al sicuro l’esistenza dei propri cari può essere ancora più conveniente se parte delle spese sono deducibili dalle tasse.

Spese funebri; nessuno se lo augura naturalmente, ma nella sciagurata ipotesi sappiate che le spese che vanno dal funerale alla sepoltura passando per quelle del cimitero sono tutte deducibili.

Intermediazione immobiliare; avete acquistato casa e oltre al salasso del prezzo di acquisto avete sostenuto anche quello a favore dell’intermediario? Fino a 1000 euro si possono scalare dalle tasse.

Attività sportive; spese fino a 210 euro per piscine, palestre e quant’altro a favore di ragazzi compresi tra i 5 e i 18 anni fiscalmente a carico sono deducibili.

Corsi di istruzione secondaria ed universitaria; lo studio è un diritto e lo Stato lo riconosce come tale favorendone l’implementazione anche attraverso la deducibilità delle spese sostenute per il suo svolgimento. Nella medesima direzione va anche la norma che prevede la deducibilità delle spese sostenute per la locazione di studenti fuori sede a patto però che l’università disti almeno 100 km dal luogo di residenza. In questo caso l’importo massimo che si può dedurre è di 2633 euro. Anche per il riscatto della laurea a favore dei familiari a carico è possibile una deduzione.

La conoscenza delle norme e la ferma volontà nel far valere i propri diritti come arma vincente contro la destabilizzazione finanziaria di questi anni. La ricetta per un’esistenza più serena in tempo di crisi consiste forse proprio in queste semplici regole.

Raffaele de Chiara

Ci teniamo a sottolineare che il servizio è e rimarrà sempre gratuito, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Contattaci mediante il FORM DEDICATO oppure chiamaci al numero: 0656547128