Saldo e stralcio: tutto quello che c’è da sapere

saldo e stralcio
saldo e stralcio

Il saldo e stralcio è un accordo abbastanza usuale che intercorre fra due parti al verificarsi di determinate circostanze. Se sei qui è perché vuoi saperne di più, per questo noi di utenticonsumatori.it abbiamo creato un articolo per aiutarti a fare chiarezza su determinate questioni dell’accordo.

Sappi comunque che puoi contare sul nostro supporto gratuito in qualsiasi momento, contattandoci attraverso il FORM DEDICATO.

Saldo e stralcio: che cos’è

Il saldo e stralcio è un’offerta transattiva che viene messa in atto laddove, a causa di difficoltà economiche, un debitore non riesce più a pagare un finanziamento al suo creditore. Grazie a questo accordo, in via del tutto bonaria, le due parti (debitore e creditore) si accordano mediante sostituzione del precedente debito con uno di somma più ridotta. Ovviamente, tale somma deve essere accettata dal creditore.

Il privato, la banca o la società finanziaria, quindi, accetta di ricevere una cifra inferiore ma a condizioni che questa venga pagata subito dal debitore. Ciò che avviene, quindi, è uno “stralcio” della posizione debitoria, per questo motivo il saldo e stralcio più che un contratto è una transazione.

saldo e stralcio
saldo e stralcio

Saldo e stralcio: quali sono i vantaggi

Le ragioni per le quali preferire un pagamento a saldo e stralcio sono molteplici ma il più delle volte si tratta di esigenze di carattere pratico.

Il saldo e stralcio è una transazione che ha molti vantaggi pratici per entrambe le parti (debitore e creditore).

Quali sono i vantaggi per il debitore?

Il debitore può optare e quindi saldare il suo debito con una riduzione che può toccare anche il 30, 40% della somma totale. Ciò comporta, di conseguenza, una riduzione molto consistente.

Quali sono i vantaggi per il creditore?

A primo impatto può sembrare che il creditore risulti danneggiato dal saldo e stralcio, poiché la somma da accettare è inferiore rispetto a quella pattuita in un primo momento. Tuttavia, grazie a questa offerta transattiva il creditore:

– evita di agire in giudizio, quindi non deve affrontare nessuna spesa relativa a spese legali e procedure di recupero

– incassa subito l’importo dovuto

È importante sapere che, anche se generalmente l’importo pattuito viene erogato in un’unica soluzione, è possibile anche concordare un pagamento dilazionato nel tempo.

Per qualsiasi dubbio o necessità di chiarimento, ricorda che puoi contattare gratuitamente la nostra associazione utenticonsumatori.it per ricevere immediatamente tutto l’aiuto di cui hai bisogno.

Saldo e stralcio: come funziona

Il saldo e stralcio avviene sia tra privati, sia tra il privato e la banca.

Saldo e stralcio tra privati.

Per iniziare, sappi che è sempre preferibile scrivere un documento che attesti l’avvenuto accordo e la conseguente modifica del precedente contratto.

Successivamente, è importante porre attenzione al modo in cui l’accordo viene redatto. Bisogna infatti tutelare entrambe le parti, debitore e creditore, per cui il saldo e stralcio non può essere considerato una mera modifica del primo accordo, quanto piuttosto come nuovo contratto (“novazione oggettiva”). Questo per evitare che, nella spiacevole ipotesi in cui il debitore non adempia all’accordo, il creditore non pretenda di ricevere la somma stabilita in precedenza, cioè quella totale.

A tal proposito, è consigliabile far riferimento ad un avvocato che avrà il compito di redigere il nuovo accordo, tutelando entrambe le parti. Il nostro team di utenticonsumatori.it può contare sul supporto di avvocati professionisti che, gratuitamente, potranno aiutarti analizzando la situazione e proponendo la soluzione più adatta nel più breve tempo possibile e con la massima trasparenza.

Saldo e stralcio tra banca e privato.

L’accordo saldo e stralcio tra banca e privato prevede un iter preciso da seguire. Prima di procedere con la stesura e il nuovo contratto, infatti, il correntista deve venire segnalato in Crif e/o alla Centrale Rischi della Banca d’Italia.

Può succedere, inoltre, che la banca decida di cedere il credito alle società di recupero, che si occuperanno di prendersi in carico la somma “acquistandola” ad un prezzo inferiore. Di conseguenza, proponendo una somma anche leggermente più alta rispetto a quella usata per l’acquisto del credito, si raggiungerà l’accordo senza dare avvio ad azioni giudiziarie.

Anche per affrontare la questione del saldo e stralcio tra banche e privati puoi rivolgerti gratuitamente a utenticonsumatori.it e richiedere una consulenza o assistenza gratuita. Compila il FORM DEDICATO, verrai contattato in breve tempo da un nostro operatore.

Saldo e stralcio: quando proporlo

Quando il credito da saldare è pari o inferiore a 50.000 euro, si deve procedere con la negoziazione assistita.

Per portare avanti un accordo di saldo e stralcio di questo tipo è consigliabile farsi assistere da un buon avvocato il quale, in un primo momento, si occuperà di procedere al “tentativo di negoziazione assistita”, in particolare laddove è necessario recuperare una somma uguale o inferiore a 50.000 euro. In tal modo l’avvocato si occuperà di inviare un’offerta al creditore per poter quindi procedere alla risoluzione.

La rinuncia al debito residuale da parte del creditore, deve essere dichiarata e scritta nel documento, in modo tale da non far correre rischi al debitore, il quale potrebbe correre il rischio di dover pagare, altrimenti, il debito restante.

Saldo e stralcio: come proporlo

Per proporre l’accordo saldo e stralcio è altamente consigliato farsi aiutare da un avvocato che si occuperà di redigere il documento, vagliando eventuali insidie che potrebbero, in un futuro, danneggiare creditore e debitore.

Le situazioni variano sempre caso per caso, per cui non troverai una formula specifica per presentare la proposta, ma è fondamentale inoltrare la richiesta in forma scritta, verosimilmente usando una raccomandata con l’avviso di ricevimento.

Anche per queste questioni utenticonsumatori.it mette a tua disposizione un team di esperti che in maniera totalmente gratuita seguirà tutto l’iter necessario indirizzandoti verso la soluzione più idonea e adatta a rispondere pienamente alle tue esigenze.

Ci teniamo a sottolineare che l'assistenza e la pre-analisi è e rimarrà sempre gratuita, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Compila il seguente form per ricevere l'Assistenza Gratis di Sos Utenti Consumatori oppure chiamaci al numero 0656547128