Sicurezza alimentare, al Ministero della Salute arriva il Comitato Nazionale

sicurezza-alimentareValutare il rischio nella catena alimentare e fornire consulenza tecnico-scientifica alle amministrazioni che si occupano di gestione del rischio. Sarà questo il compito del Comitato Nazionale di Sicurezza Alimentare insediatosi al Ministero della Salute. L’organo è diviso in due sezioni: una composta da esperti scientifici e una dai rappresentanti dei consumatori e dei produttori.

Sono 56 i componenti del Comitato; la prima sezione (di cui è presidente Giorgio Calabrese) è stata riaggiornata dal Ministro della salute con decreto del 10 aprile 2014 per renderla più rispondente alle esigenze di valutazione del rischio anche in vista di Expo.

La seconda sezione avrà un ruolo consultivo e Codici non ci sta e sottolinea il fatto che questo ruolo è di semplice “cassa di risonanza delle decisioni assunte dal Ministro alla Salute o poco più”.

Perplesso appare il presidente nazionale di Sos utenti consumatori Antonio Ferrara

“Le associazioni dei consumatori sono relegate a una mera attività consultiva così come si legge nel testo della norma”. Un ruolo che poco si concilia con quello che invece dovrebbe essere la funzione di queste associazioni ossia “vigilare e se il caso intervenire con azioni concrete sulla correttezza delle procedure. La tutela della salute alimentare  – sottolinea con forza Ferrara – è quanto mai importante in un Paese dove il settore è uno dei pochi in crescita insieme al rischio della contraffazione”. Non tutelarlo o non apporre le azioni necessarie a garantirgli una tutela da indebite ingerenze costituirebbe un gravissimo vulnus per la nostra economia già così gravemente segnata dalla crisi economica che ancora attanaglia le nostre imprese. “La strada da fare –  argomenta – non è in fondo così complicata come appare, basta soltanto non sciupare quello che già si ha. In ambito alimentare abbiamo materie prime e competenze da fare invidia ad interi Paesi anche apparentemente più ricchi del nostro. Basta saper sviluppare quello che si ha”.

Ci teniamo a sottolineare che il servizio è e rimarrà sempre gratuito, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Contattaci mediante il FORM DEDICATO oppure chiamaci al numero: 0656547128