Tariffe Idriche

tariffa idrica

TARIFFE IDRICHE

tariffa idrica

Dal 1° gennaio in vigore il nuovo metodo tariffario.
L’Autorità per l’energia elettrica, il gas e servizio idrico ha approvato nuove modifiche relative alle tariffe idriche stabilendo regole contrattuali uniformi per tutto il Paese.
In particolare, il primo gennaio 2016 è entrato in vigore il “Metodo Tariffario Idrico 2016-2019”, ovvero il nuovo quadro di regole approvato dall’Autorità al fine di migliorare la qualità del servizio e di incentivare i necessari investimenti nel settore, garantendo allo stesso tempo la sostenibilità dei corrispettivi applicati all’utenza, riconoscendo in modo efficiente i costi per le sole opere effettivamente realizzate.

Il nuovo metodo tariffario si basa su due principi fondamentali: “selettività” e “responsabilizzazione”, da attuare attraverso una regolazione asimmetrica, capace di adattarsi alle diverse esigenze di un settore molto differenziato a livello locale e nelle governance locali.
Infatti, con la delibera 664/2015/R/IDR, l’Autorità intende continuare l’avviato percorso di sviluppo del settore attraverso una regolazione stabile e certa, elevando gli standard del servizio e la sostenibilità sociale e ambientale della fornitura, nel rispetto dell’economicità, efficienza ed equilibrio economico finanziario nelle gestioni.

L’Autorità, partendo dalla ricognizione delle principali criticità riscontrate, ha introdotto regole su diversi aspetti, univoche e valide per l’intero territorio nazionale, superando le difformità tra gli standard qualitativi attualmente previsti nelle Carte dei Servizi adottate dai diversi gestori locali.
In particolare, con la successiva delibera 655/2015/R/IDR, da poco approvata, l’Autorità ha proposto regole per rafforzare la tutela degli utenti finali con l’introduzione di standard di qualità contrattuali minimi uniformi sul territorio nazionale, con i relativi indennizzi automatici pari a € 30,00 che il gestore dovrà corrispondere all’utente in caso di mancato rispetto degli standard stessi.

Inoltre, tra le principali novità introdotte si segnalano gli obblighi minimi di fatturazione che prevedono, a tutela dell’utente /consumatore, che il gestore emetta una bolletta semestrale per consumi medi annui fino a 100 mc, quadrimestrale per quelli tra 101 e 1.000 metri cubi, trimestrale per quelli tra 1.001 mc e 3.000, bimestrale oltre i 3.000 mc; le bollette superiori al 100% del consumo medio annuale potranno essere rateizzate e la relativa richiesta potrà essere effettuata anche nei 10 giorni successivi alla scadenza.

Sono inoltre previsti: tempi massimi per eseguire le prestazioni relative all’attivazione del contratto (ad es. 10 giorni per un allaccio, 5 giorni per attivare la fornitura o per una voltura); standard in materia di gestione dei reclami, risposte alle informazioni e servizi telefonici per gli utenti. Gli standard qualitativi definiti dall’Autorità dovranno essere garantiti a partire dal 1° luglio 2016, entrando a pieno regime dal 1° gennaio 2017, come recita la delibera.

Di primaria importanza per il completamento della regolazione anche il provvedimento per l’introduzione di una disciplina uniforme della convenzione tipo, anch’esso appena approvato con delibera 656/2015/R/IDR, per la regolazione dei rapporti tra Enti affidanti e soggetti gestori.

Il Presidente dell’Associazione SOS Utenti Consumatori, Avv. Michele Ferrara è favorevole all’ introduzione di questi standard di qualità contrattuali minimi uniformi sul territorio nazionale, con i relativi indennizzi, ma allo stesso tempo confida in un “maggior controllo da parte dell’Autorità al fine di tutelare gli utenti/consumatori da eventuali soprusi da parte degli operatori locali”.

Ci teniamo a sottolineare che il servizio è e rimarrà sempre gratuito, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Contattaci mediante il FORM DEDICATO oppure chiamaci ai seguenti recapiti: Recapito telefonico 0656547128