Tredicesime all’Erario

rimborso telecom per guasto

Tredicesime

Tredicesime all’Erario

Tra una settimana saranno pagate le tredicesime all’Erario, che ammontano quest’anno circa a 34 miliardi di euro, ma oltre l’80% sfumerà in tasse.

Diverse associazioni di categoria, infatti,  sottolineano che la tredicesima sarà utilizzata per pagare gli aumenti di tasse registrati a partire dal gennaio di quest’anno (benzina, tasse, Tasi, autostrade, bolli, Imu seconda casa, accise e tante altre interminabili tassazioni) che mettono in serio disagio le famiglie italiane, coinvolgendo i molteplici contribuenti a versare, entro il 31 dicembre, gran parte del proprio reddito in tasse, rate, canoni e bolli, e determinando conseguentemente una forte riduzione nella “spesa natalizia”.

«Nel rincorrersi dei pagamenti da effettuare entro la fine del mese di dicembre, dei 34 miliardi di euro di tredicesime che verranno versati quest’anno, il 14,8%, ossia 5,2 miliardi di euro, con un aumento di 2 miliardi sul 2014, resterà realmente nelle tasche di lavoratori e pensionati» – dichiara Michele Ferrara, Presidente dell’Associazione Sos Utenti Consumatori.

Nonostante sia registrabile qualche miglioramento sul fronte Rc auto, con un risparmio sulla spesa di circa il 5%, si prevedono pagamenti in unica soluzione, ma rateizzati nelle bollette elettriche. Stiamo parlando del canone Rai.

L’associazione Sos Utenti Consumatori considera illegittima la presunzione legislatica secondo la quale ogni utente di forniture energetiche (tutti, nei fatti) debba sia considerato anche possessore di apparecchio televisivo.

 Resteranno, invece,  invariati i costi per bolli auto/moto (4,1 mld di euro e le bollette delle utenze (7,6 mld di euro);  aumenteranno le spese per l’Imu (da 1,8 a2,1 mld + 16,7%) e la seconda rata della Tasi (da 2 a 2,2 mld +10%), con un risparmio totale del 6,4 %.

 Per scopi «più piacevoli» – secondo alcune stime – resteranno nelle tasche dei consumatori circa 5 miliardi di euro, il 14,8% del monte tredicesime, che potranno essere utilizzati per cenone, regali, qualche viaggio, o comunque destinati al risparmio.

 Secondo l’associazione Sos Utenti Consumatori, la 13sima – almeno quest’anno – non servirà certamente a rilanciare i consumi né ad alleviare le preoccupazioni delle famiglie italiane,  sempre più logorate dai rincari in ogni settore.

Ci teniamo a sottolineare che il servizio è e rimarrà sempre gratuito, in quanto lo scopo ultimo della nostra associazione è proprio garantire tutela a tutti i consumatori e far valere sempre i loro diritti!

Visita il nostro sito e le nostre pagine Facebook dove troverai tante altre info e curiosità (ebbene si, siamo anche sui social) lasciando un “mi piace” per supportare le nostre attività.

Contattaci mediante il FORM DEDICATO oppure chiamaci al numero: 0656547128